3331 visitatori in 24 ore
 219 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sara Acireale

Sara Acireale

Scrivere è per me VIVERE, non posso farne a meno. La scrittura per me non è terapia e nemmeno una forma di evasione. È qualcosa di più, scrivendo cerco di fare la conoscenza con me stessa. Penso che la poesia sia come un fiore. Il fiore ha bisogno d'acqua e la poesia di stimoli, di lettura, di ... (continua)


La sua poesia preferita:
Un amico è come il sole
Quando
sei troppo solo,
non hai la forza
di lottare,
sperare,
sognare.

Quando
sei alla deriva
e ti senti sbattuto
dal vento
come una foglia
che sta per cadere.

Hai bisogno
di un essere speciale
che ti ascolta,
ti capisce,
non ti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Risorgerai in un’alba di primavera
Il fumo della sigaretta
si dissolve nella sua spirale.
In testa i tuoi sogni,
il cuore pieno d’illusione.

Vorresti volare libera
come le rondini a primavera
ma... ombre evanescenti
appaiono per poi svanire.

Occhi ansiosi scrutano...  leggi...

Un sogno non muore
A Palermo era primavera
con canti d’uccelli
e rose in fioritura...

Primavera:
colori e profumi di libertà...
Libertà dalla prepotenza
e dalla mafia... era il sogno
di un uomo...

Senza tumulto in petto
con grande crudeltà,
trucidarono...  leggi...

Per lavoro si muore
Un tonfo...
un urlo disumano.
Il sangue bagna la terra,
ancora lacrime,
ancora dolore.
Un'altra bara...
una mamma piange.
Famiglie in lutto,
tanta disperazione.
Vite spezzate
dal lavoro nero.
Chi perisce...
lascia affanni e...  leggi...

Un liocorno bianco con le ali d’oro
Sere vuote giorni grigi,
senz’amore, senza dolore...

In questa stanza è già buio ormai,
sento che sono stanchi gli occhi miei.

Se la vita più niente mi darà,
se chi tanto aspetto è lontano ormai,
voglio partire... mai più ritornare
nuove...  leggi...

Non fare morire una stella
Quando una donna piange
una stella muore...

La tristezza porta
alla solitudine,
all’abbandono, all’oblio...
L’orecchio non sente più
nessun richiamo d’amore...

Nel viso smarrito
si affievolisce la luce
prigioniera del sorriso...

Non...  leggi...

Dottor Jekill e mister Hyde
Cercava gocce di rugiada
per combattere il caldo.
Insicura
e barcollando ha camminato
per le strade di notte
tra civette e barbagianni.
Ti ha incontrato...
Dottor Jekyll nei suoi sogni
e mister Hyde nella strada buia.
Ferita,
lacera e...  leggi...

Belve dai mille artigli
La nostra storia insegna
che nel cuore umano v'è del fiele
e nella mente degli uomini regna
il vecchio orgoglio che uccise Abele.

Istigare all'odio non è un'opinione
può diventare un'aberrazione.
E' stata una grande piaga...  leggi...

Il volto di Gesù
Da tempo avevo perduto Gesù,
il suo volto non ricordavo più.
Però un giorno lo trovai,
nel mio cuore lo portai.

Nel parco un uomo passeggiava,
era tranquillo e nessuno passava
quando d’un tratto alcuni ragazzi
sono sbucati e sembravano...  leggi...

Benvenuto amore
Il nostro incontro
è stato un caso,
un fulmine, un bagliore,
mi hai incantato
col tuo buonumore.

Vorrei capire
se esisti davvero,
se sei un sogno
oppure sei vero.

Buongiorno amore
ti vedo ogni mattino
mentre assieme
prendiamo il...  leggi...

Gli occhi dei bambini sono fiori
Sorridono
emanano luce.
Sono grigi,
neri o azzurri.
Hanno vari colori.

Sono freschi
di rugiada mattutina,
la luna
ogni notte li accarezza.
Brillano
al sole dell’estate.

Gli occhi dei bambini
sono fiori che s’aprono
all’alba della...  leggi...

Tempesta
La tua esistenza
è un mare in tempesta.

Ti osservo,
vorrei dirti
che ho paura dei tuoi "viaggi".

Forse non lo sai
ma esisti
oltre l’infinito,
oltre l’orizzonte.

E’ difficile capirti...

Sprechi la tua vita
Per il "viaggio" di...  leggi...

Sara Acireale

Sara Acireale
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009)

La prima poesia pubblicata:
 
Clandestino (18/09/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Le onde si frantumano (24/08/2019)

Sara Acireale vi propone:
 Gli occhi dei bambini sono fiori (13/08/2009)
 Il volto di Gesù (08/10/2008)
 Benvenuto amore (25/02/2009)

La poesia più letta:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009, 19930 letture)

Sara Acireale ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sara Acireale!

Leggi i segnalibri pubblici di Sara Acireale

Leggi i 9921 commenti di Sara Acireale


Leggi i racconti di Sara Acireale

Le raccolte di poesie di Sara Acireale


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 30/07/2018 al 05/08/2018.
 settimana dal 02/10/2017 al 08/10/2017.
 settimana dal 19/12/2016 al 25/12/2016.
 settimana dal 18/05/2015 al 24/05/2015.
 settimana dal 07/07/2014 al 13/07/2014.
 settimana dal 27/01/2014 al 02/02/2014.
 settimana dal 19/08/2013 al 25/08/2013.
 settimana dal 11/03/2013 al 17/03/2013.
 settimana dal 27/08/2012 al 02/09/2012.
 settimana dal 26/03/2012 al 01/04/2012.

Sara Acireale
ti consiglia questi autori:
 Pagu
Giovanni Chianese
 Anna Di Principe
 Barbara Filippone
 Giacomo Scimonelli

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sara Acireale in rete:
Invia un messaggio privato a Sara Acireale.


Sara Acireale pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Povera gente

Varvara Dobroselova e Makar Alekseevic Devushkin sono cugini di secondo grado e vivono uno di fronte all'altra sulla (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Dovremo aiutare questi nostri fratelli che hanno "l'ultima speranza affievolita", che tendono la mano per mendicare il sole. Invece passiamo oltre, senza vedere... senza capire l'abisso profondo in cui sono costretti a vivere.»
Inserita il 28/01/2015  

Sara Acireale

L’ultima speranza affievolita

Sociale
Tendo la mano a mendicare il sole

I miei sogni sono nascosti dietro
nuvole grigie nei crocicchi
di un cielo buio, diventato folle.

Questa nebbia opprimente
che scivola dall’alto e mi raggiunge
pare che pianga tutti i miei ricordi.

L’incubo nero ha sete di vita
bisogno di sole in un abisso profondo.

Nell’ombra della mia miseria,
l’odio della gente è il pane amaro
che oggi ho consumato, in attesa
dell’ultima speranza affievolita




Club Scrivere Sara Acireale 24/10/2014 08:40| 20| 2310


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Donato Leo - Alberto De Matteis - Massimiliano Moresco - Francesco Rossi - Jibi - Rosita Bottigliero - Giovanni Chianese - carla composto
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Dedicata ai barboni, agli ultimi della terra.»


 

I commenti dei lettori alla poesia:

smiley Guidata da un cuore turbo la nostra brava Sara dedica ciò che ha di più prezioso, il tempo, e ciò che sa fare meglio, poesia, ai più sfortunati ai più poveri agli emarginati, con Lei nessuno è solo (Fabio Solieri)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Ancora una volta il pensiero è rivolto ai diseredati a cui la sorte ha riservato soltanto umiliazioni e perdita della dignità. L'indifferenza ferisce e umilia ancor di più i tanti, troppi sfortunati e basterebbe un briciolo di solidarietà per regalare un po' di calore e comprensione. Barricato nell'egoismo l'uomo diventa il nemico del proprio fratello e le istituzioni sono latitanti riguardo al problema dell'accattonaggio, piaga di molte città. Apprezzati tantissimo i versi dell'autrice che sensibilizzano in modo incisivo l'anima.»
Elena Artaserse (24/10/2014) Modifica questo commento

«Quella dei Barboni è una triste storia... molti di essi lo fanno per scelta ma, dietro ogni maturata volontà c'è sempre un motivo spesso molto doloroso e sofferto. Chi decide la via nel margine della vita ha diritto anch'esso alle comodità della natura, perché essa è di tutti, che può offrire comodi giacigli se solo l'uomo avesse la carità di rendere giustizia anche a quei luoghi che sembrano infelici... da poco ho sentito di un ex barbone che si adopera in primo persona a tendere una mano... ha acquistato tende che distribuisce la sera un sonno al caldo e ritira la mattina. Quindi se si vuole si può aiutare i barboni, nel pieno rispetto delle loro scelte e idee, come esseri umani quali sono.»
piera tola (24/10/2014) Modifica questo commento

«La vita irruenta dei barboni nell'abbandono del mondo, s'avvede una coltre nera, ma tenue la vita ristora, bella visone dell'abbandono dell'uomo»
Club ScrivereMaria Assunta Maglio (24/10/2014) Modifica questo commento

«Per tutte queste persone ai margini della società e delle strade il pane più amaro è proprio l'indifferenza della gente, che a volte si trasforma in odio, in attesa che qualcosa cambi, in attesa di quella speranza che sempre più si affievolisce.
Nella parole struggenti della brava Autrice mi par di sentire l'eco accorata ed intensa di Papa Francesco, che ha invitato tutti ad uscire dal proprio ghetto per andare e soccorrere le periferie delle nostre città e paesi.
Lirica di alto contenuto sociale e colma d'amore per i più diseredati.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (24/10/2014) Modifica questo commento

«Questa nebbia opprimente che scivola dall'alto e mi raggiunge pare che pianga tutti i miei ricordi... bellissima strofa che ci induce a pensare quanto la comunione col creato sia un argomento che non sembra più riguardare l'essere umano. Invece il cielo e il mondo sembrano piangere quando percepiscono tanta sofferenza. Una sofferenza che si percepisce in quei corpi piegati dall'esistenza e da troppo poco amore.»
Massimiliano Moresco (24/10/2014) Modifica questo commento

«una dedica commovente profonda e sentita che apprezzo e condivido... anime in pena che non trovan pace in un mondo che li aliena e allontana sempre più dalla vita...»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (24/10/2014) Modifica questo commento

«Sul capo di queste persone scende sempre la nebbia anche quando splende il sole. Sono barboni, non per scelta ma il destino li ha portati a vivere ai bordi della società, talvolta ignorati e calpestati. Vivono nella totale indifferenza. Credo che se interrogati, avrebbero tante cose da insegnarci. Versi che mi hanno emozionato. Una chiusa da incorniciare.»
Club ScrivereDonato Leo (24/10/2014) Modifica questo commento

«Sensibile poetessa che pone in primo piano quella mano del mendicante dei nostri giorni sulla quale a volte si posa il sole della comprensione altre diviene sfocata dalla nebbia che la nosconde nel silenzio di noncuranti passanti.»
rita iacobone (24/10/2014) Modifica questo commento

«la cultura della ignoranza porta anche a non capire, l'umanità intera soffre per queste disuguaglianze, una piaga sociale che mortifica e ci rende sempre più poveri»
Club ScrivereGiovanni Monopoli (24/10/2014) Modifica questo commento

«L'autrice sa parlare al cuore sociale... nel suo itinerario il disperso d'anima riesce a vivere ...
Poche cose e un cuore . Bellissima»
Club ScrivereRosita Bottigliero (24/10/2014) Modifica questo commento

«L'emozione per chi legge resta fino all'ultimo verso, un sociale che tocca nel profondo. Persone con una condizione economica in sofferenza esclusi quasi dalla vita, dai tempi, e dall'indifferenza. Un tozzo di pane amaro per loro in una speranza ormai spenta. Notevole poesia.»
Salvatore Testa (25/10/2014) Modifica questo commento

«Un cielo di stelle è il tetto di questi ultimi della terra, come li definisce l'autrice di questa lirica pregna di preoccupazione, vede affievolita la speranza della soluzione dei problemi sociali dei senza tetto. Non vede il sole ma solo un cielo grigio, nuvole e nebbia, sembra che l'abisso della miseria diventi sempre più profondo. Amara constatazione di chi ha un cuore sensibile ai disagi della vita dei più disgraziati. Purtroppo si resta impotenti, amareggiati o indifferenti al dilagare della miseria umana!»
Agnese Iannone (25/10/2014) Modifica questo commento

«In una società malata di apparenza e di protagonismo 'forzato' le anime più indifese, fragili e sensibili rischiano spesso l'invisibilità e l'esclusione, l'emarginazione e l'abbandono nel sottobosco dell'indifferenza e della solitudine... una 'morte' civile che come ben sottolinea l'autrice annega sogni e ricordi, soffoca ogni respiro e desiderio nel buio pesto di un cielo senza prospettiva e senza fondo ... versi stilisticamente ben curati, efficaci e profondi nel descrivere l'intima sofferenza di questa condizione sociale»
Club ScrivereGiuseppe anfortas Guidolin (25/10/2014) Modifica questo commento

«L'alta tensione etica dell'Autrice è arcinota, come è conosciutissima la sua impareggiabile capacità di toccare le più alte vette della poesia trattando temi cosi complessi, delicati, coinvolgenti. E questa poesia conferma tutto quello che sappiamo di questo poeta che non finisce mai di stupirci. Con questa lirica coinvolge il lettore nella questione degli ultimi, degli emarginati, degli abitanti di quelle periferie che stanno tanto a cuore a papa Francesco. Versi veri, autentici che alzano il velo sul cinismo, l'ipocrisia, l'indifferenza di noi uomini verso chi soffre e vive sotto un cielo di stelle. Che dire? Nulla, sperare soltanto che ci possa essere un tempo ed un luogo quando e dove gli ultimi saranno veramente primi! Coplimenti Sara!»
Michelangelo La Rocca (25/10/2014) Modifica questo commento

«prima e ultima strofa... bellissime... mi hai colpita ...plauso a te»
Matilde Marcuzzo (27/10/2014) Modifica questo commento

«Essere rifiutati dal mondo è una condizione inaccettabile per vivere. Interessa oggi non solo gli emarginati di sempre, barboni o immigrati senza meta, ma purtroppo con canoni diversi l'intera società, sotto la parvenza di una ben recitata commedia in cui siamo tutti guitti di mestiere. chi non ha fame d'amore e chi sente di poter contare DAVVERO sulle persone su cuin sperava di fare incondizionato affidamento? .Sono pochi i fortunati in questo mondo dominato dall'egoismo e dall'ipocrisia. e i versi - splendidi e veritieri -dell'autrice credo che contemplino le molte periferie esistenziali, per usare un termine caro al nostro Pontefice»
francesca maria soriani (27/10/2014) Modifica questo commento

«Invisibili corpi piangono miseria sotto sguardi indiscreti di una società. Parliamo tanto di progresso ma a quanto pare la stolta ricchezza non può distrarsi dalle agiatezze per guardare la povera gente, sparsa come oggetti su marciapiedi di metropoli in compagnia della speranza. Quanti diritti umani vengono violati su questo mondo d'altrui indifferenza che aldilà dei condannati è sommersa dallo spreco. Bisogna provare vergogna per cambiare ed immaginare che ogni pezzo di pane buttato tra i rifiuti è l'amarezza di chi ha lo stomaco vuoto. Sposo in pieno questa bellissima lirica sul cammino della speranza.»
Giovanni Chianese (27/10/2014) Modifica questo commento

«Versi coinvolgenti a descrivere una condizione sociale di emarginazione e povertà. In tali condizioni si sopravvive quotidianamente ad una condizione di buio più totale, dove anche l'ultima speranza di trovare quel raggio di sole che illumini e riscaldi l'esistenza svanisce nell'indifferenza dei più. Riflessione molto sentita.»
Club ScriverePaola Vigilante (27/10/2014) Modifica questo commento

«spesso la brava autrice dedica le sue liriche a gli emarginati a colori che appartengono ad un popolo invisibile... questo le fa onore sempre brava ...versi sentiti e condivisi un inchino a questa bella poesia...»
Club Scriverecarla composto (28/10/2014) Modifica questo commento

«E' molto triste ma la nostra società è alienante e tende ad emarginare chi è in difficoltà e spesso si passa indifferenti dinanzi ai senza tetto o a chiunque altro possa interrogare le nostre coscienze.
Non aggiungo altro, tutto è stato già detto da chi mi ha preceduto.
Lirica interessante che come sempre intende stimolare alla riflessione.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (12/11/2014) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it