3328 visitatori in 24 ore
 236 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sara Acireale

Sara Acireale

Scrivere è per me VIVERE, non posso farne a meno. La scrittura per me non è terapia e nemmeno una forma di evasione. È qualcosa di più, scrivendo cerco di fare la conoscenza con me stessa. Penso che la poesia sia come un fiore. Il fiore ha bisogno d'acqua e la poesia di stimoli, di lettura, di ... (continua)


La sua poesia preferita:
Un amico è come il sole
Quando
sei troppo solo,
non hai la forza
di lottare,
sperare,
sognare.

Quando
sei alla deriva
e ti senti sbattuto
dal vento
come una foglia
che sta per cadere.

Hai bisogno
di un essere speciale
che ti ascolta,
ti capisce,
non ti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Risorgerai in un’alba di primavera
Il fumo della sigaretta
si dissolve nella sua spirale.
In testa i tuoi sogni,
il cuore pieno d’illusione.

Vorresti volare libera
come le rondini a primavera
ma... ombre evanescenti
appaiono per poi svanire.

Occhi ansiosi scrutano...  leggi...

Un sogno non muore
A Palermo era primavera
con canti d’uccelli
e rose in fioritura...

Primavera:
colori e profumi di libertà...
Libertà dalla prepotenza
e dalla mafia... era il sogno
di un uomo...

Senza tumulto in petto
con grande crudeltà,
trucidarono...  leggi...

Per lavoro si muore
Un tonfo...
un urlo disumano.
Il sangue bagna la terra,
ancora lacrime,
ancora dolore.
Un'altra bara...
una mamma piange.
Famiglie in lutto,
tanta disperazione.
Vite spezzate
dal lavoro nero.
Chi perisce...
lascia affanni e...  leggi...

Un liocorno bianco con le ali d’oro
Sere vuote giorni grigi,
senz’amore, senza dolore...

In questa stanza è già buio ormai,
sento che sono stanchi gli occhi miei.

Se la vita più niente mi darà,
se chi tanto aspetto è lontano ormai,
voglio partire... mai più ritornare
nuove...  leggi...

Non fare morire una stella
Quando una donna piange
una stella muore...

La tristezza porta
alla solitudine,
all’abbandono, all’oblio...
L’orecchio non sente più
nessun richiamo d’amore...

Nel viso smarrito
si affievolisce la luce
prigioniera del sorriso...

Non...  leggi...

Dottor Jekill e mister Hyde
Cercava gocce di rugiada
per combattere il caldo.
Insicura
e barcollando ha camminato
per le strade di notte
tra civette e barbagianni.
Ti ha incontrato...
Dottor Jekyll nei suoi sogni
e mister Hyde nella strada buia.
Ferita,
lacera e...  leggi...

Belve dai mille artigli
La nostra storia insegna
che nel cuore umano v'è del fiele
e nella mente degli uomini regna
il vecchio orgoglio che uccise Abele.

Istigare all'odio non è un'opinione
può diventare un'aberrazione.
E' stata una grande piaga...  leggi...

Il volto di Gesù
Da tempo avevo perduto Gesù,
il suo volto non ricordavo più.
Però un giorno lo trovai,
nel mio cuore lo portai.

Nel parco un uomo passeggiava,
era tranquillo e nessuno passava
quando d’un tratto alcuni ragazzi
sono sbucati e sembravano...  leggi...

Benvenuto amore
Il nostro incontro
è stato un caso,
un fulmine, un bagliore,
mi hai incantato
col tuo buonumore.

Vorrei capire
se esisti davvero,
se sei un sogno
oppure sei vero.

Buongiorno amore
ti vedo ogni mattino
mentre assieme
prendiamo il...  leggi...

Gli occhi dei bambini sono fiori
Sorridono
emanano luce.
Sono grigi,
neri o azzurri.
Hanno vari colori.

Sono freschi
di rugiada mattutina,
la luna
ogni notte li accarezza.
Brillano
al sole dell’estate.

Gli occhi dei bambini
sono fiori che s’aprono
all’alba della...  leggi...

Tempesta
La tua esistenza
è un mare in tempesta.

Ti osservo,
vorrei dirti
che ho paura dei tuoi "viaggi".

Forse non lo sai
ma esisti
oltre l’infinito,
oltre l’orizzonte.

E’ difficile capirti...

Sprechi la tua vita
Per il "viaggio" di...  leggi...

Sara Acireale

Sara Acireale
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009)

La prima poesia pubblicata:
 
Clandestino (18/09/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Le onde si frantumano (24/08/2019)

Sara Acireale vi propone:
 Gli occhi dei bambini sono fiori (13/08/2009)
 Il volto di Gesù (08/10/2008)
 Benvenuto amore (25/02/2009)

La poesia più letta:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009, 19930 letture)

Sara Acireale ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sara Acireale!

Leggi i segnalibri pubblici di Sara Acireale

Leggi i 9921 commenti di Sara Acireale


Leggi i racconti di Sara Acireale

Le raccolte di poesie di Sara Acireale


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 30/07/2018 al 05/08/2018.
 settimana dal 02/10/2017 al 08/10/2017.
 settimana dal 19/12/2016 al 25/12/2016.
 settimana dal 18/05/2015 al 24/05/2015.
 settimana dal 07/07/2014 al 13/07/2014.
 settimana dal 27/01/2014 al 02/02/2014.
 settimana dal 19/08/2013 al 25/08/2013.
 settimana dal 11/03/2013 al 17/03/2013.
 settimana dal 27/08/2012 al 02/09/2012.
 settimana dal 26/03/2012 al 01/04/2012.

Sara Acireale
ti consiglia questi autori:
 Pagu
Giovanni Chianese
 Anna Di Principe
 Barbara Filippone
 Giacomo Scimonelli

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sara Acireale in rete:
Invia un messaggio privato a Sara Acireale.


Sara Acireale pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Povera gente

Varvara Dobroselova e Makar Alekseevic Devushkin sono cugini di secondo grado e vivono uno di fronte all'altra sulla (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Sono tanti i bambini nel Sud del mondo che non riescono a godere della loro infanzia. Non possono giocare, non hanno i mezzi per andare a scuola e, molte volte, sono costretti a fare chilometri (con i loro piedini scalzi) per andare a riempire una brocca d'acqua nel pozzo più vicino. Camminano per ore sotto un sole cocente, partono di mattina e ritornano a casa che è quasi sera. Tutto questo lo trovo molto INGIUSTO. Ci vorrebbe più attenzione per l'infanzia che, per tutti i bambini del mondo, dovrebbe essere il periodo della gioia e della spensieratezza.»
Inserita il 22/02/2016  

Sara Acireale

In fila verso il pozzo

Sociale
È lontano il pozzo
e già scivola nel suo cuore lo sgomento

Sono scalzi i suoi piedini
ha una brocca sulla testa.
Sono tante le ore di cammino
lei è in fila con altri bambini.

Aisha piange per la fatica
mentre attraversa la valle.
Chiude gli occhi, li riapre
Il sole picchia e brucia la pelle.

Finalmente... ecco il pozzo.
Riempie la brocca ma ormai è
quasi buio e deve ritornare al villaggio.

E’ stanca, trafelata
senza un sorriso, una carezza ma... cammina.




Club Scrivere Sara Acireale 04/02/2015 09:30| 25| 2712


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - carla composto - Giovanni Chianese - Massimiliano Moresco - Rosita Bottigliero - Maria Assunta Maglio - Melina Licata - Annamaria Gennaioli - Alberto De Matteis - Anna Di Principe
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:

smiley Bambini senza tempo libero, che però si responsabilizzano subito...l'infanzia negata alla necessità famigliare, che li legherà tenacemente, come non avviene quasi più nella nostra società. Poesia bellissima e profonda! (rosanna g)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«e noi che ci lamentiamo in continuazione mentre queste anime soffrono anche per procurarsi dell'acqua... un tema sociale trattato con dolcezza e maestria che ci porta a riflettere su quanto siamo fortunati senza rendercene conto... la mia lode»
Club Scriverecarla composto (04/02/2015) Modifica questo commento

«Un degno argomento ben trattato da una autrice che si distingue per sensibilità verso il prossimo. Quanto dovremmo stare zitti noi uomini che alle comodità quasi non facciamo più caso, laggiù in Africa, si vive per un sorso d'acqua, ma ugualmente si va avanti perché la vita è sacra. Parole che inducono ad una seria riflessione.»
rita iacobone (04/02/2015) Modifica questo commento

«Un tema sociale in una poesia di prim'ordine. Si, è vero; noi siamo abituati ad aprire il rubinetto e non ci rendiamo conto della fortuna che abbiamo, mentre in alcuni paesi devono fare chilometri per soddisfare i loro bisogni con una fatica incredibilmente pesante, specialmente per i bambini. .»
Club ScrivereUmberto De Vita (04/02/2015) Modifica questo commento

«Sono versi che ben rendono il significato della povertà gravante sui paesi sottosviluppati, dove un semplice gesto fatto da noi per accedere a un bisogno primario, è fatica enorme per creature innocenti e mamme disperate dalla fame. Per loro aprire il rubinetto dell'acqua è come sognare, per noi è realtà, che rientra nella banale consuetudine. Stare in fila davanti al pozzo dell'acqua, nell'era del 21° secolo, è una vergogna che l'umanità non può sottovalutare. Non abbastanza è stato fatto per dare dignità ai poveri della Terra, un minimo di sussistenza basta per far sorridere milioni di bimbi, che nel silenzio si spengono all'ombra dell'indifferenza.»
Giovanni Chianese (04/02/2015) Modifica questo commento

«In un mondo dove la ricchezza supera l'orgoglio, ancora si devono vedere scena- coli di popoli in fame dissetati di ingiustizia e l'oltraggio. Mondo così ricco della sua gloria di alto rango d'innovazioni non chiudono il capitolo di sete e fame, in queste terre povere di miserie e cultura. Tema sociale che lede l'orgoglio alla collettività, noi poeti dobbiamo essere da propulssori a queste inadempienze brava .»
Club ScrivereGiovanni Licata (04/02/2015) Modifica questo commento

«Conoscendo Sara da un po' di tempo a livello poetico, so che il suo sentimento, la sua voglia di giustizia sociale è tanta e non smette di rimarcarla. La poesia, come ha sottolineato Carla, è molto dolce e ha come soggetto una bambina tra le tante che ci induce a provare ancora, se ce ne fosse bisogno, maggior empatia verso questi popoli sfortunati.»
Massimiliano Moresco (04/02/2015) Modifica questo commento

«Una triste realtà che viene descritta con grande sensibiità nei versi di questa poesia. Allora è facile commuoveri pensando all'infanzia rubata e alla rubata spensieratezza. Complimenti, la tua poesia sa come colpire il cuore di noi lettori. Un bel lavoro.»
Club ScriverePagu (04/02/2015) Modifica questo commento

«La metterei sotto al piatto e sui cuscini dei potenti...
l'appiccicherei sui vetri del bagno, mentre si lavano i denti...
Aisha paga ... paga i lussi degli eletti del mondo
un mondo in cui c'è abbastanza per tutti, ma gli eccessi
di molti, si reggono sui passi di tutte le Aishe del mondo!
Sentita e condivisa!»
Club ScriverePatrizia Ensoli (04/02/2015) Modifica questo commento

«Una triste realtà che ci perseguita purtroppo, sono vere pennellate di poesia che lasciano meditare e sempre rattristire l'animo. Ottima per forma e contenuto. Bellissima»
Club ScrivereRosita Bottigliero (04/02/2015) Modifica questo commento

«Una dura realtà durata fino a pochi anni or sono. L'acqua veniva attinta dal pozzo o dalla fontana
per tutte le esigenze della famiglia. Tale incombenza veniva affidata ai bambini. Poesia che mi ha portato indietro nel tempo, perché anch'io assolvevo questo incarico.»
Club ScrivereDonato Leo (04/02/2015) Modifica questo commento

«Fanno tenerezza... molta tenerezza... gonfiano il cuore scene così...lacrime che non bastano a far cessare tutto... come niente fosse. E pure chi potrebbe non muove un ciglio... Senza parole per l'acqua poi che è fonte di vita.»
piera tola (04/02/2015) Modifica questo commento

«Aisha bambina speciale, a piedi scalzi va al lontano pozzo per prendere l'acqua. In fila aspetta il turno poi stanca, trafelata torna al villaggio, senza sorriso cammina. problema attuale che riguarda tanti bambini sfruttati, invece di essere protetti e cautelati.»
Club ScrivereMaria Assunta Maglio (04/02/2015) Modifica questo commento

«Una triste realtà quella di Aisha che non lascia certo indifferenti chi ha ancora nel cuore tanta sensibilità.
E se si pensa che ancora nel terzo mondo ci sono di queste dure ed amare realtà, vengono i brividi e nel cuore tanta rabbia ed amarezza perché il resto del mondo non fa niente o troppo poco... Anche loro hanno diritto di vivere l'infanzia come tutti i bambini del mondo...
Una poesia dal tema toccante che porta alla riflessione che l'Autrice ci espone con tanta delicatezza e maestria...»
Club ScrivereMelina Licata (04/02/2015) Modifica questo commento

«Una triste realtà che riguarda ancora molti Paesi sottosviluppati dove anche un bene di prima necessità, in condizioni normali reperibile senza troppe difficoltà, diviene prezioso come l'oro e per averlo bisogna sottoporsi a pesanti sacrifici come lunghi tragitti sotto il sole cocente. Ancor più duole il cuore quando ad essere coinvolti sono bambini come Aisha, la cui esperienza è ben descritta in questa riflessione molto toccante. Purtroppo quando si vive negli agi, a volte, non si riesce nemmeno a percepire lontanamente la fatica nella lotta per la vita di tanti fratelli meno fortunati di noi. Sentita profondamente, mi sono fermata a riflettere.»
Club ScriverePaola Vigilante (05/02/2015) Modifica questo commento

«questi versi toccano il cuore e sanno dare voce a questi esseri umani privati della dignità.
Con la dolcezza e musicalità l'Autrice sa evocare con maestria i bisogni estremi "l'acqua" che è Vita per tutti gli esseri viventi, loro invece necessitano di tutto... Aisha depredata dell'infanzia, qui evocato tutto il dolore. La Poetessa ci porta alla riflessione, il mondo occidentale ha molte colpe, sfruttamento, colonialismo, le guerre... un mondo dove i ricchi diventano sempre più ricchi.»
Club Scrivereemmalisa lucchini (05/02/2015) Modifica questo commento

«L'acqua è indispensabile elemento- madre delle nostre origini, per questo è metafora suprema, sinonimo assoluto di vita, ma per molti esseri umani e nostri coinquilini su questo pianeta resta ancora una chimera, un privilegio quasi inaccessibile, una promessa mancata ... da rincorrere quotidianamente con fatica e sforzo inaudito ... un 'prezzo' da noi ormai dimenticato che per bimbe come Aisha diviene mezzo necessario per preservare un dono prezioso ... parabola poetica lucida e acuta che incide efficacemente tra le storture e contraddizioni del nostro vivere e con- vivere»
Club ScrivereGiuseppe anfortas Guidolin (06/02/2015) Modifica questo commento

«Una triste realtà, frequente in alcuni paesi ma lontana dal modo di vivere di noi occidentali abituati a sprecare l'acqua senza stare troppo a pensarci...
Versi che fanno riflettere e che potrebbero essere un buon incipit per un racconto su questo delicato tema, molto apprezzati.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (08/02/2015) Modifica questo commento

«Paesi a cui manca tutto e si deve far fatica anche per ottenere il bene prezioso quale è l'acqua. In occidente invece si spreca ogni cosa. Versi che apprezzo molto per il tema trattato e che anche ci inducono a una forte riflessione.»
Salvatore Testa (08/02/2015) Modifica questo commento

«Versi chiari e incisivi, che evidenziano la triste realtà di bambini, che affrontano fatiche pesanti, più grandi di loro senza lamentarsi. Purtroppo in questa società molte sono le differenze di classe, le incoerenze e le ingiustizie. A noi piange il cuore ma siamo impotenti nel cambiare la sorte di questi poveri bambini. Forse sono più felici di quelli, che hanno tutto e si lamentano.»
Agnese Iannone (09/02/2015) Modifica questo commento

«Dura realtà quella descritta mirabilmente dalla brava Autrice,
che con sobrietà e tanta delicatezza di espressioni, fa riflettere
tutti coloro che dovrebbero provvedere affinchè
l'infanzia possa essere protetta in ogni dove.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (09/02/2015) Modifica questo commento

«Nella eleganza e dolcezza di questi versi il dramma di popoli e bambini raccontato e verseggiato con amore e vicinanza spingendo il lettore alla commozione. .»
Luciano Capaldo (23/02/2016) Modifica questo commento

«Bambini senza infanzia, privati della libertà di giocare, di ridere di correre allegramente con gli altri bambini. La fatica e le imposizioni dei grandi diventano legge e malinconia nei loro piccoli cuori. Un argomento trattato egregiamente dalla poetessa che con i suoi versi invia immagini veritiere che arrivano al lettore crudamente sull'infanzia mancata!»
Grazia Denaro (23/02/2016) Modifica questo commento

«L’infanzia negata è una delle piaghe più offensive per la dignità umana, ma purtroppo esistono ancora luoghi dove i beni di prima necessità come l’acqua si ottengono solo a costo di sacrifici, che coinvolgono anche bambini che responsabilmente rinunciano ai giochi per dare il proprio contributo. Versi dolci e commoventi stilati con grande sensibilità dalla brava Poetessa.»
Giuseppe Gallo (23/02/2016) Modifica questo commento

«Purtroppo, in tutte le parti del mondo esiste il problema d'infanzia negata, anche in Italia e nel resto dell'Europa, in paesi che vengono considerati "civili", poi ci sono paesi dove il fenomeno è più esteso, come in Africa, India e sud America. I bambini hanno diritto ad essere bambini e crescere imparando attraverso il gioco. Molta verità in questi versi dell'autrice. Piaciuta e apprezzata.»
Grazia La Gatta (23/02/2016) Modifica questo commento

«Una lirica dai contenuti drammatici e toccanti, in quanto analizza la difficoltà di essere bambini nei paesi che consideriamo sottosviluppati... basta pensare alla fatica che bisogna fare per un piccolo rifornimento d'acqua e moltissimi sono i bambini sfruttati per poter mangiare e sopravvivere. Si potrebbe aprire un ampio e tragico scenario riguardante la povertà subita dai piccoli e teneri piccoli che dovrebbero giocare e non lavorare. Pregevoli e di grande spessore sono i versi stilati dalla Poetessa Sara sempre attenta alle problematiche dei più deboli... a Lei il mio apprezzamento sentito .»
Club ScrivereAnna Di Principe (23/02/2016) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it