3004 visitatori in 24 ore
 210 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sara Acireale

Sara Acireale

Scrivere è per me VIVERE, non posso farne a meno. La scrittura per me non è terapia e nemmeno una forma di evasione. È qualcosa di più, scrivendo cerco di fare la conoscenza con me stessa. Penso che la poesia sia come un fiore. Il fiore ha bisogno d'acqua e la poesia di stimoli, di lettura, di ... (continua)


La sua poesia preferita:
Un amico è come il sole
Quando
sei troppo solo,
non hai la forza
di lottare,
sperare,
sognare.

Quando
sei alla deriva
e ti senti sbattuto
dal vento
come una foglia
che sta per cadere.

Hai bisogno
di un essere speciale
che ti ascolta,
ti capisce,
non ti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Risorgerai in un’alba di primavera
Il fumo della sigaretta
si dissolve nella sua spirale.
In testa i tuoi sogni,
il cuore pieno d’illusione.

Vorresti volare libera
come le rondini a primavera
ma... ombre evanescenti
appaiono per poi svanire.

Occhi ansiosi scrutano...  leggi...

Un sogno non muore
A Palermo era primavera
con canti d’uccelli
e rose in fioritura...

Primavera:
colori e profumi di libertà...
Libertà dalla prepotenza
e dalla mafia... era il sogno
di un uomo...

Senza tumulto in petto
con grande crudeltà,
trucidarono...  leggi...

Per lavoro si muore
Un tonfo...
un urlo disumano.
Il sangue bagna la terra,
ancora lacrime,
ancora dolore.
Un'altra bara...
una mamma piange.
Famiglie in lutto,
tanta disperazione.
Vite spezzate
dal lavoro nero.
Chi perisce...
lascia affanni e...  leggi...

Un liocorno bianco con le ali d’oro
Sere vuote giorni grigi,
senz’amore, senza dolore...

In questa stanza è già buio ormai,
sento che sono stanchi gli occhi miei.

Se la vita più niente mi darà,
se chi tanto aspetto è lontano ormai,
voglio partire... mai più ritornare
nuove...  leggi...

Non fare morire una stella
Quando una donna piange
una stella muore...

La tristezza porta
alla solitudine,
all’abbandono, all’oblio...
L’orecchio non sente più
nessun richiamo d’amore...

Nel viso smarrito
si affievolisce la luce
prigioniera del sorriso...

Non...  leggi...

Dottor Jekill e mister Hyde
Cercava gocce di rugiada
per combattere il caldo.
Insicura
e barcollando ha camminato
per le strade di notte
tra civette e barbagianni.
Ti ha incontrato...
Dottor Jekyll nei suoi sogni
e mister Hyde nella strada buia.
Ferita,
lacera e...  leggi...

Belve dai mille artigli
La nostra storia insegna
che nel cuore umano v'è del fiele
e nella mente degli uomini regna
il vecchio orgoglio che uccise Abele.

Istigare all'odio non è un'opinione
può diventare un'aberrazione.
E' stata una grande piaga...  leggi...

Il volto di Gesù
Da tempo avevo perduto Gesù,
il suo volto non ricordavo più.
Però un giorno lo trovai,
nel mio cuore lo portai.

Nel parco un uomo passeggiava,
era tranquillo e nessuno passava
quando d’un tratto alcuni ragazzi
sono sbucati e sembravano...  leggi...

Benvenuto amore
Il nostro incontro
è stato un caso,
un fulmine, un bagliore,
mi hai incantato
col tuo buonumore.

Vorrei capire
se esisti davvero,
se sei un sogno
oppure sei vero.

Buongiorno amore
ti vedo ogni mattino
mentre assieme
prendiamo il...  leggi...

Gli occhi dei bambini sono fiori
Sorridono
emanano luce.
Sono grigi,
neri o azzurri.
Hanno vari colori.

Sono freschi
di rugiada mattutina,
la luna
ogni notte li accarezza.
Brillano
al sole dell’estate.

Gli occhi dei bambini
sono fiori che s’aprono
all’alba della...  leggi...

Tempesta
La tua esistenza
è un mare in tempesta.

Ti osservo,
vorrei dirti
che ho paura dei tuoi "viaggi".

Forse non lo sai
ma esisti
oltre l’infinito,
oltre l’orizzonte.

E’ difficile capirti...

Sprechi la tua vita
Per il "viaggio" di...  leggi...

Sara Acireale

Sara Acireale
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009)

La prima poesia pubblicata:
 
Clandestino (18/09/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Una rosa germoglia ancora (22/07/2019)

Sara Acireale vi propone:
 Gli occhi dei bambini sono fiori (13/08/2009)
 Il volto di Gesù (08/10/2008)
 Benvenuto amore (25/02/2009)

La poesia più letta:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009, 19909 letture)

Sara Acireale ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sara Acireale!

Leggi i segnalibri pubblici di Sara Acireale

Leggi i 9909 commenti di Sara Acireale


Leggi i racconti di Sara Acireale

Le raccolte di poesie di Sara Acireale


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 30/07/2018 al 05/08/2018.
 settimana dal 02/10/2017 al 08/10/2017.
 settimana dal 19/12/2016 al 25/12/2016.
 settimana dal 18/05/2015 al 24/05/2015.
 settimana dal 07/07/2014 al 13/07/2014.
 settimana dal 27/01/2014 al 02/02/2014.
 settimana dal 19/08/2013 al 25/08/2013.
 settimana dal 11/03/2013 al 17/03/2013.
 settimana dal 27/08/2012 al 02/09/2012.
 settimana dal 26/03/2012 al 01/04/2012.

Sara Acireale
ti consiglia questi autori:
 Pagu
Giovanni Chianese
 Anna Di Principe
 Barbara Filippone
 Giacomo Scimonelli

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sara Acireale in rete:
Invia un messaggio privato a Sara Acireale.


Sara Acireale pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Voglio sentirmi dire tu sei mia

Dello scorrere di una vita, in queste poesie erotiche l’autrice raccoglie e lega i momenti pervasi dall’amore o (leggi...)
€ 2,99


Considerazione dell'autore
«È ancora chiuso il cancello della speranza, non trovo una via d'uscita, è come un labirinto da cui non si può uscire. Bisogna fare qualcosa, attuare uno stratagemma per uscire dal pantano in cui siamo immersi. BISOGNA AGIRE SUBITO...»
Inserita il 27/09/2015  

Sara Acireale

È chiuso il cancello della speranza

Sociale
In questo pozzo pieno di sogni avvelenati
v’è l’impronta dell’ansia e dei tormenti.

Burattini senz’anima s’aggirano, diventano
foglie seccate nel cammino verso il nulla.

È chiuso il cancello della speranza.

Non sanno cosa vogliono, chi sono,
quali bandiere innalzano all’altare delle idee.

Sentirsi alienati dalla realtà, dentro assurdi limiti
per poi unirsi alla solitudine estrema e poi... il vuoto.




Club Scrivere Sara Acireale 30/08/2014 10:03| 20| 2514


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Francesco Rossi - carla composto - Donato Leo - Jibi - Melina Licata
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:

smiley MIEI CARI AMICI; QUESTO E' UN INVITO BEL E BUONO A LOTTARE (Fabio Solieri)

smiley Alla prima lettura istintivamente la mente corre alla piaga sociale della tossicodipendenza. La droga illude, annulla apparentemente i problemi e intanto sprofonda in un pozzo nero da cui è difficile risalire. Ma possiamo salvarci (Silvana Poccioni)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«E' chiuso il cancello della speranza, speriamo non sia così, ma la realtà ci proietta nel futuro senza un futuro... noi sbandati manovrati come burattini capaci di dire si o no solo con un movimento... bandiera ideali, smarriti nel tempo che sembra essersi fermato senza via di scampo.»
piera tola (30/08/2014) Modifica questo commento

«Come non essere d'accordo con l'amarezza che l'autrice qui ben esprime nei suoi versi, vediamo il cancello delle speranze chiuso, un pozzo nero dove abbiamo gettato gli ideali, un futuro che si presenta cupo, e per il quale molte persone hanno smesso di lottare, dobbiamo fare molto per riavere tra le nostre mani nuovamente quelle chiavi, per riaprire ad una speranza, dobbiamo con forza di volontà tagliare i fili che ci legano ai burattinai, che hanno imprigionato i nostri sogni, che così abilmente ci hanno portato all'alienazione dalla realtà, dobbiamo e possiamo farlo, altrimenti sarebbe il baratro, la fine, se ci lasciamo andare, perderemo la nostra partita con la vita.
Autrice che apprezzo sempre molto per i suoi temi volti al social»
Catia Dinoni (30/08/2014) Modifica questo commento

«Lirica che tratta di argomenti attuali con grande profondità intellettuale.
Versi incisivi per ideali che, più che svaniti, sono solo in sonno e il cancello della speranza non è chiuso definitivamente ma solo accostato.»
Club ScrivereCarlo Sorgia (30/08/2014) Modifica questo commento

«In un mondo drammaticamente diviso in modo dicotomico tra inerzie e fanatismi, sempre più dominato da allucinazioni ideologiche contrapposte ad anestesie della coscienza, sembriamo spesso tutti fantocci, sonnambuli che si aggirano senza una meta chiara e consapevole ... la libertà di pensare e di sperare è soffocata da un vuoto asfittico e desolante che risucchia e vanifica ogni legittimo e naturale volo dell'anima ... versi amari e suggestivi, intimamente intensi e riflessivi»
Club ScrivereGiuseppe anfortas Guidolin (30/08/2014) Modifica questo commento

«Il titolo nel suo perentorio pessimismo ricorda la scritta dantesca all'ingresso dell'Inferno: "perdete ogni speranza o voi che entrate". Versi amari e profondi nello stesso tempo che rispecchiano il deserto del vivere moderno in questi tempi altamente mediatici e globalizzati che sembrano fare da megafono al nulla gridato, al vuoto esibito e indurre al silenzio chi ha testa e cuore, dignità ed amor proprio. Ma questo pesssimismo così netto, così perentorio, provoca la reazione di segno opposto e contrario. Il lettore è spronato a reagire per superare il nulla imperante e dilagante per costruire un mondo più vero, più autentico, un mondo di uomini veri dei quali si sente e si avverte la mancanza. Poesia di un notevole spessore!»
Michelangelo La Rocca (30/08/2014) Modifica questo commento

«Oggi è sicuramente molto più complesso rispetto ad anni addietro, perché il mondo sociale lo è. Ma senza voler essere una scusa, questa piccola introduzione fa emergere lampante una caratteristica della nostra società moderna e per il quale forse è necessario un tempo maggiore per metabolizzare e trovare i giusti antidoti. Poi è pur vero che qualcuno negli anni 70 ha voluto scientemente disattivare la presa di coscienza dei popoli con l'esistenza commerciale, facendoci discendere dalla scala dei bisogni... dagli ideali dei figli dei fiori ai bisogni indotti grazie agli status symbol che ci hanno fatto regredire nella scala evolutiva. Oggi siamo tutti potenziali bambini desiderosi dell'ultimo giocattolo. E come Bambini viziati ci trattano.»
Massimiliano Moresco (31/08/2014) Modifica questo commento

«Come non essere vicini al pensiero dell'autrice che sempre attenta e sensibile riesce a far riflettere il lettore. Oggi viviamo in una società dove colui che coltiva buone e generose speranze tende a rimanere isolato, troppi sono coloro intenti a correre per salire sul carro del vincitore ed emularlo più che mai, senza porsi domande e riflessioni, cadendo così in un vuoto dove la speranza non esiste proprio.»
rita iacobone (31/08/2014) Modifica questo commento

«Si incomincia a riflettere sul titolo, la cui frase è posta in evidenza esattamente a metà del componimento - e già solo a livello di layout c'è un gran pensare.
Molto ben costruite le immagini e molto ben congegnati i versi. Una poesia su cui e impossibile non prestare attenzione a ogni singolo verso. Condivisa e molto apprezzata!»
Freawaru (31/08/2014) Modifica questo commento

«Svanisce ogni speranza quando si vedono le cose peggiorare. Si chiude "il cancello della speranza" dice l'autrice. Effettivamente si prova un senso di smarrimento e di amarezza, solo parole a vuoto s' ascoltano, "i sogni finiscono in un pozzo di ansie e tormenti". Purtroppo è vero! Traspare una sensibilità d' animo, che commuove. Molto apprezzata!»
Agnese Iannone (01/09/2014) Modifica questo commento

«Un'amarezza, quello della brava autrice, che condivido. Questo mondo mi fa paura e, a volte, mi fa cadere in una profonda solitudine e malinconia ma, per fortuna, poi, mi giunge improvvisa la speranza e così, quel ipotetico cancello non si chiude. Poesia ben stilata e bello il tema. Apprezzata»
Grazia La Gatta (01/09/2014) Modifica questo commento

«un verseggio meraviglioso che tratta un tema forte... metafore intense e sentite... il mio sincero elogio»
Club Scriverecarla composto (02/09/2014) Modifica questo commento

«Versi che racchiudono tanti argomentazioni attuali. Spero che il cancello possa riaprirsi per sperare in un futuro più roseo.»
Club ScrivereDonato Leo (04/09/2014) Modifica questo commento

«Dietro ogni angolo di un marciapiede può nascondersi l'inganno del diavolo. La felicità agognata e non più raggiunta nella realtà può trasformarsi in illusione per ansimanti disperati. Ripudiati dalla comunità, trovano sfogo nei labirinti della ribellione plagiando idee rivoluzionarie o auto estinguendosi nella scia della perdizione, dove sarà difficile uscire da quell'infernale pozzo di perdenti. Sul sociale sono sempre di grande impatto le liriche di questa brava autrice che tanto apprezzo.»
Giovanni Chianese (04/09/2014) Modifica questo commento

«Una profonda riflessione dell'Autrice che nei suoi versi fa riferimento a numerose piaghe sociali, tra cui l'alienazione che porta a sentirsi manovrati dall'alto e prigionieri delle scelte altrui, la mancanza di un sogno, di un progetto da realizzare che porta verso la perdita della speranza e della fiducia nel proprio essere ed in tutto ciò che ci circonda. Poesia molto impegnata, tristemente vera e pertanto fortemente condivisa. Molto apprezzata, fa riflettere.»
Club ScriverePaola Vigilante (04/09/2014) Modifica questo commento

«versi che condivido come gli interventi degli amici che mi hanno preceduto... un Autrice sempre in grado di trasmettere le proprie sensazioni ed emozioni con stile... apprezzatissima Poesia»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (05/09/2014) Modifica questo commento

«La poetessa con il tatto e la profondità che contraddistinguono i suoi versi ci fa meditare sulle brutture del mondo in cui viviamo. dominato dall'egoismo e dall'individualismo che tolgono all'uomo la dignità e alla fine non pagano perché la vita diventa un albero spoglio, come se avesse paura di dare alcunché di se stesso, ombra o frutti o anche la bellezza della sua visione. Si viene fagocitati da quello stesso vuoto che si è creato intorno a sé nella ricerca di beni futili che sviliscono i sentimenti. apprezzatissima lirica, dove ogni verso sintetizza mirabilmente problematiche reali colte nella loro vera essenza»
francesca maria soriani (05/09/2014) Modifica questo commento

«Uno spaccato genuino... autentico del nostro tempo, dove marionette s'aggirano senza un reale traguardo, senza sapere cosa realmente la loro anima abbia bisogno.
Cosa può restare quando l'esistenza viene spinta senza valori in cui credere e lottare restando lontani dal "vero"? Risposta: Il vuoto!»
Club ScrivereRiccardo Ruschetti (05/09/2014) Modifica questo commento

«Burattini in cammino verso il nulla, ecco quello che siamo in questa società senza valori, in cui i sogni sono avvelenati e siamo afflitti da ansie e tormenti.
Anche la speranza è andata perduta e ci sentiamo come pesci fuor d'acqua, alienati dalla realtà e sempre più soli fino a sprofondare in un vuoto esistenziale che talvolta porta il desiderio di farla finita...
Versi per riflettere, apprezzati molto per contenuto e forma.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (05/09/2014) Modifica questo commento

«Le delusioni chiudono le porte alla speranza...
Amarezza e disillusione padroneggiano in questi versi, molto intensi ed impegnativi ...
Un tema difficile affrontato con delicatezza e maestria!!»
Club ScrivereMelina Licata (08/09/2014) Modifica questo commento

«Un futuro che non prospetta nulla di concreto al miglioramento di vita nel nostro stato. Le sue leggi sono lacunose e sembrano remare contro i cittadini specie per i giovani, a cui non si presenta un programma di vivere concreto e sacrosanto del diritto al lavoro, magari dopo anni di studio sono ancora ancorati a saltuari lavoretti, che non permettono loro di farsi una vita. Precarietà e mancanza d'assistenza in tutti i settori. Un divario enorme tra poveri pensionati che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese, mentre gli altri, i privilegiati e furbi, hanno pensioni Luculliane. La sanità taglia su tutto, la scuola è allo sfascio ed al caos, e chi più ne ha più ne metta. I cancelli per i cittadini, non sono solo chiusi, ma serrati.»
Grazia Denaro (28/09/2015) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it