2894 visitatori in 24 ore
 145 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Sara Acireale

Sara Acireale

Scrivere è per me VIVERE, non posso farne a meno. La scrittura per me non è terapia e nemmeno una forma di evasione. È qualcosa di più, scrivendo cerco di fare la conoscenza con me stessa. Penso che la poesia sia come un fiore. Il fiore ha bisogno d'acqua e la poesia di stimoli, di lettura, di ... (continua)


La sua poesia preferita:
Un amico è come il sole
Quando
sei troppo solo,
non hai la forza
di lottare,
sperare,
sognare.

Quando
sei alla deriva
e ti senti sbattuto
dal vento
come una foglia
che sta per cadere.

Hai bisogno
di un essere speciale
che ti ascolta,
ti capisce,
non ti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Risorgerai in un’alba di primavera
Il fumo della sigaretta
si dissolve nella sua spirale.
In testa i tuoi sogni,
il cuore pieno d’illusione.

Vorresti volare libera
come le rondini a primavera
ma... ombre evanescenti
appaiono per poi svanire.

Occhi ansiosi scrutano...  leggi...

Un sogno non muore
A Palermo era primavera
con canti d’uccelli
e rose in fioritura...

Primavera:
colori e profumi di libertà...
Libertà dalla prepotenza
e dalla mafia... era il sogno
di un uomo...

Senza tumulto in petto
con grande crudeltà,
trucidarono...  leggi...

Per lavoro si muore
Un tonfo...
un urlo disumano.
Il sangue bagna la terra,
ancora lacrime,
ancora dolore.
Un'altra bara...
una mamma piange.
Famiglie in lutto,
tanta disperazione.
Vite spezzate
dal lavoro nero.
Chi perisce...
lascia affanni e...  leggi...

Un liocorno bianco con le ali d’oro
Sere vuote giorni grigi,
senz’amore, senza dolore...

In questa stanza è già buio ormai,
sento che sono stanchi gli occhi miei.

Se la vita più niente mi darà,
se chi tanto aspetto è lontano ormai,
voglio partire... mai più ritornare
nuove...  leggi...

Non fare morire una stella
Quando una donna piange
una stella muore...

La tristezza porta
alla solitudine,
all’abbandono, all’oblio...
L’orecchio non sente più
nessun richiamo d’amore...

Nel viso smarrito
si affievolisce la luce
prigioniera del sorriso...

Non...  leggi...

Dottor Jekill e mister Hyde
Cercava gocce di rugiada
per combattere il caldo.
Insicura
e barcollando ha camminato
per le strade di notte
tra civette e barbagianni.
Ti ha incontrato...
Dottor Jekyll nei suoi sogni
e mister Hyde nella strada buia.
Ferita,
lacera e...  leggi...

Belve dai mille artigli
La nostra storia insegna
che nel cuore umano v'è del fiele
e nella mente degli uomini regna
il vecchio orgoglio che uccise Abele.

Istigare all'odio non è un'opinione
può diventare un'aberrazione.
E' stata una grande piaga...  leggi...

Il volto di Gesù
Da tempo avevo perduto Gesù,
il suo volto non ricordavo più.
Però un giorno lo trovai,
nel mio cuore lo portai.

Nel parco un uomo passeggiava,
era tranquillo e nessuno passava
quando d’un tratto alcuni ragazzi
sono sbucati e sembravano...  leggi...

Benvenuto amore
Il nostro incontro
è stato un caso,
un fulmine, un bagliore,
mi hai incantato
col tuo buonumore.

Vorrei capire
se esisti davvero,
se sei un sogno
oppure sei vero.

Buongiorno amore
ti vedo ogni mattino
mentre assieme
prendiamo il...  leggi...

Gli occhi dei bambini sono fiori
Sorridono
emanano luce.
Sono grigi,
neri o azzurri.
Hanno vari colori.

Sono freschi
di rugiada mattutina,
la luna
ogni notte li accarezza.
Brillano
al sole dell’estate.

Gli occhi dei bambini
sono fiori che s’aprono
all’alba della...  leggi...

Tempesta
La tua esistenza
è un mare in tempesta.

Ti osservo,
vorrei dirti
che ho paura dei tuoi "viaggi".

Forse non lo sai
ma esisti
oltre l’infinito,
oltre l’orizzonte.

E’ difficile capirti...

Sprechi la tua vita
Per il "viaggio" di...  leggi...

Sara Acireale

Sara Acireale
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009)

La prima poesia pubblicata:
 
Clandestino (18/09/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Non vincerai destino (08/12/2018)

Sara Acireale vi propone:
 Gli occhi dei bambini sono fiori (13/08/2009)
 Il volto di Gesù (08/10/2008)
 Benvenuto amore (25/02/2009)

La poesia più letta:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009, 18792 letture)

Sara Acireale ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sara Acireale!

Leggi i segnalibri pubblici di Sara Acireale

Leggi i 9402 commenti di Sara Acireale


Leggi i racconti di Sara Acireale

Le raccolte di poesie di Sara Acireale


Autore del giorno
 il giorno 27/06/2016
 il giorno 16/06/2016
 il giorno 12/02/2016
 il giorno 15/04/2014
 il giorno 23/12/2012
 il giorno 17/12/2011

Autore della settimana
 settimana dal 30/07/2018 al 05/08/2018.
 settimana dal 02/10/2017 al 08/10/2017.
 settimana dal 19/12/2016 al 25/12/2016.
 settimana dal 18/05/2015 al 24/05/2015.
 settimana dal 07/07/2014 al 13/07/2014.
 settimana dal 27/01/2014 al 02/02/2014.
 settimana dal 19/08/2013 al 25/08/2013.
 settimana dal 11/03/2013 al 17/03/2013.
 settimana dal 27/08/2012 al 02/09/2012.
 settimana dal 26/03/2012 al 01/04/2012.

Sara Acireale
ti consiglia questi autori:
 Pagu
Giovanni Chianese
 Anna Di Principe
 Barbara Filippone
 Giacomo Scimonelli

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Sara Acireale? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Sara Acireale in rete:
Invia un messaggio privato a Sara Acireale.


Sara Acireale pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Denaro falso

Denaro falso è un racconto in due parti di Lev Tolstòj, ideato alla fine degli anni ottanta del XIX secolo, composto non (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Quando si capirà che una DONNA è anche una persona e come tale va rispettata, amata e trattata con dignità? Quando finirà questa terribile violenza contro le donne? Mi auguro in un risveglio della coscienza
degli uomini.
»
Inserita il 13/01/2015  

Sara Acireale

Poesia del concorso Violenza sulle donne

La tua carne è lacera

Donne
Con le loro sporche mani
hanno scavato nel tuo seno,
insanguinato il tuo corpo
in un prato buio e senza verde.

Adesso la tua carne è lacera
con granella di lacrime e di sangue.

Orrore ferisce e trafigge la tua anima.

Ti sei lavata l’onta nelle acque
del vecchio e inquieto fiume
che, impaziente, ribolle di livore.

La tua anima!
Tu l’hai sentita calda e poi è fuggita,
s’è distaccata dalla carne insanguinata
dalla stretta della violenza e nuda
sei rimasta con lo sguardo rivolto verso il cielo.




Sara Acireale 14/10/2014 07:49| 17| 2840 2605


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Giovanni Chianese - Massimiliano Moresco - Alberto De Matteis - Jibi - Donato Leo - daniela dessì
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:

smiley Profonda e bella: davvero la violenza anticipa la morte... (rosanna g)

smiley Non c'è giustificazione alla violenza sulle donne, e già il titolo di questa poesia "La tua carne è lacera" è un lamento triste e profondo. Indignazione e sconforto mettono solo il pensiero delle azioni di quei vigliacchi (Fabio Solieri)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«non è facile intervenire su questi toccanti versi dopo che gli amici e amiche che mi hanno preceduto hanno detto tanto... aggiungerei un plauso all'Autrice sempre in grado di coinvolgere il lettore e renderlo partecipe nelle proprie riflessioni... apprezzatissima e condivisa Poesia»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (17/10/2014) Modifica questo commento

«Una lirica che mette le mani nel sangue di un problema che purtroppo non troverà mai soluzione!
Ma sono versi questi che "entrano"...ogni passaggio è sapientemente dosato, dettato da una "santa rabbia"...un'irrefrenabile propulsione atta a gridare al mondo "BASTA!!"»
Club ScrivereRiccardo Ruschetti (17/10/2014) Modifica questo commento

«Lirica di altissimo valore sociale e civile, di vera, autentica e sentita indignazione contro la sempre più ricorrente ed assurda violenza contro le donne! Una violenza contro natura eppure sempre più dilagante. Speriamo che versi così veri e sentiti servano a curare questa orribile, virulenta piaga sociale che a volte ci fa vergognare di essere uomini tra uomini! Ma sono uomini questi beceri violenti? No, non lo sono, certo che non lo sono!»
Michelangelo La Rocca (16/10/2014) Modifica questo commento

«Una donna oltraggiata per sopravvivere deve veramente lasciare libera l'anima, separarla dalla violenza sulla carne, per poi richiamarla a sè come pura consolatrice di speranza.»
Club Scrivererita iacobone (16/10/2014) Modifica questo commento

«Una lettura che non risparmia... feroce denuncia (come è giusto che sia) .
Mi soffermo sull'ultima strofa, particolarmente forte, passa oltre lo schermo di chi legge... quell'anima che fugge, sembra quasi di avvertire quella dolorosa sensazione, un vero e proprio distacco dalla carne.
C'è chi purtroppo per mano violenta perisce, e chi pur sopravvivendo ad un episodio di violenza, in seguito vive con rifiuto il proprio corpo, come se fosse ancora quel guardare il nemico con il terrore negli occhi...
Potente lirica, difficile non rimanerne scossi.»
Catia Dinoni (15/10/2014) Modifica questo commento

«Dopo una violenza ci si sente lacerati nel corpo e nell'anima ed una parte di noi muore per sempre mentre resta l'orrore che segna per il resto della vita.
Poesia intensa, ben rispondente al tema ed incisive le immagini usate.»
Club ScrivereCinzia Gargiulo (15/10/2014) Modifica questo commento

«Ho letto questa poesia ed alla fine mi sono alzato in piedi in segno di rispetto nei confronti della nostra poetessa. Molto profonda ma anche lacerante e commovente. Una esposizione di un problema sempre più frequente. Quella chiusa laddove dice "Sei rimasta con lo sguardo rivolto al cielo" Per un solo momento ho pensato al volto della Madonna.»
Club ScrivereDonato Leo (14/10/2014) Modifica questo commento

«In questa struggente e toccante poesia par di vedere e sentire, con flebile ed implorante voce, quel corpo martoriato ed insanguinato, che mani sporche e vili hanno lacerato, e, con esso, anche l'anima, che, inorridita per tanta violenza subita, rimane con lo sguardo rivolto verso il cielo. Lirica che tocca le corde più profonde del cuore.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (14/10/2014) Modifica questo commento

«pur nella sua crude realtà l'autrice ha sviscerato un problema che è una piaga e che ancora oggi affligge tante donne... bene a evidenziare con fermezza con questi splendidi versi pieni di rabbia ma con la speranza di un domani senza violenza»
Club ScrivereGiovanni Monopoli (14/10/2014) Modifica questo commento

«La strade implorano i sensi, le orme riemergono sulla scempio che nascondono sotto la forma si annida tanta violenza che strazia l'umano nel suo io, la poetessa invasa dell anima vagante butta tra le righe la sua opera di tanto scempio subito.»
Club ScrivereGiovanni Licata (14/10/2014) Modifica questo commento

«lacerate nellla carne e nell'anima... segni indelebili che non si cancelleranno mai... il mio sincero elogio»
Club Scriverecarla composto (14/10/2014) Modifica questo commento

«non c'e' acqua che lavi un'anima un cuore e un corpo violato da esseri infami e ignobili, le ferite si portano a vita, turbando la serenità e la fiducia.
compl alla stupenda Poetessa.»
rita damonte (14/10/2014) Modifica questo commento

«La tua anima! Te l'hai sentita calda e poi è fuggita... forse il suo sdegno per la violenza subita non può essere accettata da colei che vive se c'è libertà. Già il corpo le è troppo stretto ma il gesto infame non può che allontanarla da ciò che risulta tanto sgradevole. Bella poesia e l'ultima strofa l'ho apprezzata in particolar modo.»
Massimiliano Moresco (14/10/2014) Modifica questo commento

«Sono versi che colano sanguinanti ferite, fino a imprimere le mostruosità di balordi, che prima accarezzano per poi uccidere corpi e anime con gratuita violenza. Futili motivi sono l’innesco di belve accanite su delicate orchidee dell’Universo. Indifesi sono i visi d’angelo, che vile gestualità assorbono nel corpo del disumano carnefice. Quali leggi potranno mai punire fino all’osso questi protagonisti del terrore, purtroppo in molti casi, liberati prima di scontare la pena e a volte finiscono per completare il loro macabro progetto. Alla fine del triste romanzo non resta che il dolore nello sgomento di una società che chiede giustizia. Dura al punto giusto è questa lirica, che al ciel volge esternata interrogazione.»
Giovanni Chianese (14/10/2014) Modifica questo commento

«Quando macchiano la tua intimità con la prepotente violenza ...nulla sarà come prima, quel fiume può lavare, mai abbastanza per poter dimenticare. è come se ti torturassero l'anima per lasciarla sanguinare piano piano... fino a morire dentro...!»
piera tola (14/10/2014) Modifica questo commento

«Versi che vogliono far capire la gravità dell'argomento. ... incisivi e forti.
Molto apprezzata. ... bellissima»
Club ScrivereRosita Bottigliero (14/10/2014) Modifica questo commento

«Una lirica molto accentuata nei versi e soprattutto nel contenuto. Parole uscite dal cuore di una autrice in difesa delle donne, sempre più martoriate, indifese, violentate, laddove la legge non ne difende i diritti sacrosanti del loro essere donne, ovvero sempre più vittime delle violenza maschile. Un grido di sofferenza e di malessere. Brava l'autrice che ha saputo entrare nei meandri del dolore con i suoi versi alquanto interessanti e profondi. Apprezzata. Segnalo.»
Club Scriveresergio garbellini (14/10/2014) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Donne
Tutto accendi di luce
La luce di una nuova aurora
Zingara del deserto
Ali d’angelo
È scesa un’ombra amara
Guerriera per amore
Sei partita
Desideri sepolti
Voci di donne
Fiera di essere Donna
La tua carne è lacera
Il mondo delle donne
Nel cuore avevi la gioia
Non fare morire una stella
La tua notte buia
La donna nuova
La speranza del mondo
Una storia di donne
Fantasma senza volto
Una donna stanca

Tutte le poesie

Il coraggio è donna
La donna nuova
Emme come Maria, A come amore
Fantasma senza volto
Fiera di essere Donna
Il mondo delle donne
La speranza del mondo
Non fare morire una stella
Una donna stanca
La tua carne è lacera
Una storia di donne
La tua notte buia
Eri la voce del cuore
Voci di donne
Desideri sepolti
Sei partita
Guerriera per amore
È scesa un’ombra amara
Ali d’angelo
Zingara del deserto
La luce di una nuova aurora
Tu stella cometa
Tutto accendi di luce




Premio Scrivere 2017
Il cassetto dei sogni Introspezione (“I sogni si nascondono nei silenzi della notte” Khalil Gibran)
Inseguo un sogno Amore (“Nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni.” Paulo Coelho)
Diversi ma uguali Tema Libero

Sara Acireale
 I suoi 35 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
La principessa triste (06/10/2010)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Il cappotto (16/11/2015)

Una proposta:
 
Un ricordo riaffiora (02/12/2014)

Il racconto più letto:
 
La principessa triste (06/10/2010, 2682 letture)


 Le poesie di Sara Acireale



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it