3321 visitatori in 24 ore
 228 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



Sara Acireale

Sara Acireale

Scrivere è per me VIVERE, non posso farne a meno. La scrittura per me non è terapia e nemmeno una forma di evasione. È qualcosa di più, scrivendo cerco di fare la conoscenza con me stessa. Penso che la poesia sia come un fiore. Il fiore ha bisogno d'acqua e la poesia di stimoli, di lettura, di ... (continua)


La sua poesia preferita:
Un amico è come il sole
Quando
sei troppo solo,
non hai la forza
di lottare,
sperare,
sognare.

Quando
sei alla deriva
e ti senti sbattuto
dal vento
come una foglia
che sta per cadere.

Hai bisogno
di un essere speciale
che ti ascolta,
ti capisce,
non ti...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Risorgerai in un’alba di primavera
Il fumo della sigaretta
si dissolve nella sua spirale.
In testa i tuoi sogni,
il cuore pieno d’illusione.

Vorresti volare libera
come le rondini a primavera
ma... ombre evanescenti
appaiono per poi svanire.

Occhi ansiosi scrutano...  leggi...

Un sogno non muore
A Palermo era primavera
con canti d’uccelli
e rose in fioritura...

Primavera:
colori e profumi di libertà...
Libertà dalla prepotenza
e dalla mafia... era il sogno
di un uomo...

Senza tumulto in petto
con grande crudeltà,
trucidarono...  leggi...

Per lavoro si muore
Un tonfo...
un urlo disumano.
Il sangue bagna la terra,
ancora lacrime,
ancora dolore.
Un'altra bara...
una mamma piange.
Famiglie in lutto,
tanta disperazione.
Vite spezzate
dal lavoro nero.
Chi perisce...
lascia affanni e...  leggi...

Un liocorno bianco con le ali d’oro
Sere vuote giorni grigi,
senz’amore, senza dolore...

In questa stanza è già buio ormai,
sento che sono stanchi gli occhi miei.

Se la vita più niente mi darà,
se chi tanto aspetto è lontano ormai,
voglio partire... mai più ritornare
nuove...  leggi...

Non fare morire una stella
Quando una donna piange
una stella muore...

La tristezza porta
alla solitudine,
all’abbandono, all’oblio...
L’orecchio non sente più
nessun richiamo d’amore...

Nel viso smarrito
si affievolisce la luce
prigioniera del sorriso...

Non...  leggi...

Dottor Jekill e mister Hyde
Cercava gocce di rugiada
per combattere il caldo.
Insicura
e barcollando ha camminato
per le strade di notte
tra civette e barbagianni.
Ti ha incontrato...
Dottor Jekyll nei suoi sogni
e mister Hyde nella strada buia.
Ferita,
lacera e...  leggi...

Belve dai mille artigli
La nostra storia insegna
che nel cuore umano v'è del fiele
e nella mente degli uomini regna
il vecchio orgoglio che uccise Abele.

Istigare all'odio non è un'opinione
può diventare un'aberrazione.
E' stata una grande piaga...  leggi...

Il volto di Gesù
Da tempo avevo perduto Gesù,
il suo volto non ricordavo più.
Però un giorno lo trovai,
nel mio cuore lo portai.

Nel parco un uomo passeggiava,
era tranquillo e nessuno passava
quando d’un tratto alcuni ragazzi
sono sbucati e sembravano...  leggi...

Benvenuto amore
Il nostro incontro
è stato un caso,
un fulmine, un bagliore,
mi hai incantato
col tuo buonumore.

Vorrei capire
se esisti davvero,
se sei un sogno
oppure sei vero.

Buongiorno amore
ti vedo ogni mattino
mentre assieme
prendiamo il...  leggi...

Gli occhi dei bambini sono fiori
Sorridono
emanano luce.
Sono grigi,
neri o azzurri.
Hanno vari colori.

Sono freschi
di rugiada mattutina,
la luna
ogni notte li accarezza.
Brillano
al sole dell’estate.

Gli occhi dei bambini
sono fiori che s’aprono
all’alba della...  leggi...

Tempesta
La tua esistenza
è un mare in tempesta.

Ti osservo,
vorrei dirti
che ho paura dei tuoi "viaggi".

Forse non lo sai
ma esisti
oltre l’infinito,
oltre l’orizzonte.

E’ difficile capirti...

Sprechi la tua vita
Per il "viaggio" di...  leggi...

Sara Acireale

Sara Acireale
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009)

La prima poesia pubblicata:
 
Clandestino (18/09/2008)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Le onde si frantumano (24/08/2019)

Sara Acireale vi propone:
 Gli occhi dei bambini sono fiori (13/08/2009)
 Il volto di Gesù (08/10/2008)
 Benvenuto amore (25/02/2009)

La poesia più letta:
 
Un amico è come il sole (09/07/2009, 19930 letture)

Sara Acireale ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Sara Acireale!

Leggi i segnalibri pubblici di Sara Acireale

Leggi i 9921 commenti di Sara Acireale


Leggi i racconti di Sara Acireale

Le raccolte di poesie di Sara Acireale


Autore del giorno
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 30/07/2018 al 05/08/2018.
 settimana dal 02/10/2017 al 08/10/2017.
 settimana dal 19/12/2016 al 25/12/2016.
 settimana dal 18/05/2015 al 24/05/2015.
 settimana dal 07/07/2014 al 13/07/2014.
 settimana dal 27/01/2014 al 02/02/2014.
 settimana dal 19/08/2013 al 25/08/2013.
 settimana dal 11/03/2013 al 17/03/2013.
 settimana dal 27/08/2012 al 02/09/2012.
 settimana dal 26/03/2012 al 01/04/2012.

Sara Acireale
ti consiglia questi autori:
 Pagu
Giovanni Chianese
 Anna Di Principe
 Barbara Filippone
 Giacomo Scimonelli

Seguici su:



Cerca la poesia:



Sara Acireale in rete:
Invia un messaggio privato a Sara Acireale.


Sara Acireale pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Povera gente

Varvara Dobroselova e Makar Alekseevic Devushkin sono cugini di secondo grado e vivono uno di fronte all'altra sulla (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Il mare è triste e malato perché gli uomini continuano a sporcarlo e inquinarlo. È una grande risorsa questa immensa distesa salata, dobbiamo averne la massima cura e invece... assistiamo ogni giorno al degradante spettacolo di spiagge sporche, piene di catrame, bottiglie di plastica e oggetti di vario genere.»
Inserita il 21/06/2015  

Sara Acireale

Il mare non è una pattumiera

Sociale
Oggi il mare è molto triste. È grigio e malato
da quando gli uomini lo hanno sporcato.

È un mare tradito, un mare inquinato
plastica e veleni lo hanno devastato.

Limpido e trasparente sogno il mare, con mille
sfumature. Verde quando risplende sotto il sole.
Grigio e dispiaciuto per la pioggia continua
In lotta contro il vento, le onde fa innalzare

Come potrà ancora illuminare il sole, in questo
tempo cupo che ha trasformato la grande
distesa azzurra in una pattumiera?

Il mare sapiente vorrebbe aprire il suo azzurro
manto con paterna saggezza e testimonia all’uomo
la sua discesa verso un abisso profondo.

Il mare è da pulire, non è una pattumiera




Club Scrivere Sara Acireale 17/03/2015 08:38| 27| 2135


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Anna Di Principe - Giovanni Chianese - Rosita Bottigliero - Pagu - Francesco Rossi - Alberto De Matteis - carla composto - Melina Licata - Donato Leo - Giovanni Ghione
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.


 

I commenti dei lettori alla poesia:

smiley brava, una piaga sociale che andrebbe denunciata e debellata! Condivido ... (Maria Luisa Bandiera)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Un grido di dolore contro il degrado ambientale si nota apertamente in questi bellissimi versi, in cui il mare è l'elemento primario, dove l'uomo, da incivile quale si è sempre dimostrato, riversa nelle acque tutte le masserizie più disparate che lo inquinano e lo danneggiano in modo irreparabile. La nostra valente Poetessa urla ai quattro venti, col contenuto di questa lirica, tutta la sua rabbia per la stoltezza dell'uomo che distrugge le bellezze della natura con la sua ignominia. Cosa ci dobbiamo aspettare ancora dai nostri simili? Versi che dichiarano apertamente una situazione insostenibile, brava l'autrice a evidenziarne il problema. Apprezzatissima.»
Club Scriveresergio garbellini (17/03/2015) Modifica questo commento

«Un grido di aiuto s'innalza nel cielo. Eh si, bisogna correre ai ripari, far sì che il mare torni ad essere limpido e fonte di ispirazione, non il panorama decadente che si offre ai nostri occhi, purtroppo ad opera dell'uomo.»
Club ScrivereRosetta Sacchi (17/03/2015) Modifica questo commento

«Condivido il forte messaggio che l'autrice vuole far passare attraverso i suoi versi.
É di pochi giorni fa un'inchiesta giornalistica trasmessa in televisione che ha messo in evidenza il quadro sconcertante dei nostri mari, patrimonio deturpato senza scrupoli, una via di fuga dove far scivolare i misfatti delle grandi industrie, ma anche la mancanza del singolo senso civico di ognuno di noi.
L'uomo come sempre non capisce l'importanza di un equilibrio che va preservato, purtroppo sta sotto gli occhi di tutti il degrado.
Complimenti per il tema affrontato senza troppi giri di parole.»
Catia Dinoni (17/03/2015) Modifica questo commento

«versi che fanno riflettere per tanta schiettezza, un grido di dolore verso il degrado ambientale, purtroppo inascoltato. Il mare che accoglie e dona calpestato da gesti infami, tradito, dove l'uomo fa precipitare la bellezza per il dio denaro!
Apprezzata molto!»
Club Scrivereemmalisa lucchini (17/03/2015) Modifica questo commento

«Grande sensibilità in quell'ascoltare la tristezza e l'impotenza del mare devastato da chi dovrebbe amarlo... la vita si è manifestata dal mare, ma come una madre umana non sempre riceve amore...»
Club Scrivererosanna gazzaniga (17/03/2015) Modifica questo commento

«Il mare e a monte i fiumi dentro cui confluiscono, è diventato una pattumeria densa di scoli chimici, di detriti radioattivi, di spazzatura di ogni genere. Anche i pesci muoiono e noi lentamente . Giusto monito a porre rimedio, spero solo non sia troppo tardi. Apprezzata tutta e condivisa nello slancio»
Anna62 (17/03/2015) Modifica questo commento

«So ce l'autrice è sincera nella sua indignazione perché la leggo da tanto e col tempo ho imparato a conoscere il suo forte sostegno per la giustizia. In questo caso si tratta di inquinamento e di ingiustizia si tratta in quanto si arreca un danno a tutto l'ecosistema. Purtroppo ci vorrà molto tempo affinché si riesca a mettere mano in maniera decisa a queste problematiche.»
Massimiliano Moresco (17/03/2015) Modifica questo commento

«Forte è il messaggio, come onde del mare in tempesta, a naufragare un rimprovero dalle acque sui lidi dell'umanità. Nefandezze negli anni di un progresso tecnologico, stanno distruggendo la fauna e le meraviglie di un fondo marino. Mare, dolce mare, oramai pattumiera di metropoli, con navi del piacere, del trasporto industriale e combustibili altamente inquinanti, sta segnando la stanchezza di un lento avvelenamento. Quando sarà morto l'ultimo essere vivente in questa magnifica laguna e quant'altro della natura, c’è d’accorgersi che il denaro non è commestibile.»
Giovanni Chianese (17/03/2015) Modifica questo commento

«Il mare che io adoro, sempre più sovente viene deturpato e in grande discarica ammorbato. Una denuncia che mette in risalto la distruzione dell'eco- sistema da parte dell'uomo che non ha scrupoli nel mortificare le bellezze che l'universo ci ha donato. Una poesia scritta chiaramente per far capire che bisogna rispettare la natura tutta. Gradita!»
Grazia Denaro (17/03/2015) Modifica questo commento

«condivido i versi dell'autrice molto sensibile ...
il mare è vita, si immerge nell'anima il suo calore vorticoso... bella»
Club ScrivereRosita Bottigliero (17/03/2015) Modifica questo commento

«Una poesia molto curata e sincera per condannare una situazione che è un insulto alla vita perché il mare è vita. Mi piacciono i pensieri della poetessa, sono sempre onesti, profondi e nascono dalla voglia di verità e giustizia, perché la poesia serve anche a questo. Tutti noi, con i mezzi a nostra disposizione, dobbiamo denunciare ciò che è male e stimo chi lo fa con voglia e sentimento, perché è così che si deve fare. Ringrazio la poetessa per questa voce che diventerà una bandiera contro chi insulta la vita.»
Club ScriverePagu (17/03/2015) Modifica questo commento

«L'incuria dell'uomo, la sua sporcizia, la cultura della ignoranza che porta a deturpare tutto e tutti nella incoscienza più totale... bene che tutto ciò si denunci come l'autrice fa in questa poesia che induce alla seria riflessione»
Club ScrivereGiovanni Monopoli (17/03/2015) Modifica questo commento

«La natura da proteggere sempre, per il regalo costante di colori e sfumature. Essa si dona a noi che alle volte non sappiamo rispettare... tutto questo abusare del mare infinito un giorno pagheremo caro.»
piera tola (17/03/2015) Modifica questo commento

«Un bene prezioso che bisogna preservare, fortunatamente nella Liguria del levante abbiamo risolto il problema dell'inquinamento, che per lo più avviene per lo scarico di sostanze plastificate nei fiumi che poi sfociano nel mare. A volte bisogna chiedere aiuto alla capitaneria quando le imbarcazioni ormeggiano al largo per far controllare che non ci siano scarichi a mare di nessun tipo di sostanza o rifiuto. Un dovere nostro quello di preservare ma pure quello di segnalare e denunciare.»
Club ScrivereFrancesco Rossi (17/03/2015) Modifica questo commento

«Un urlo di dolore e di desolazione s'eleva dalla voce
convinta, suadente ed efficace della brava Autrice:
il mare è diventato una pattumiera, e questo per colpa
dell'uomo che senza scrupoli lo inquina ogni giorno.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (17/03/2015) Modifica questo commento

«un meraviglioso dono che ci é stato fatto... sporcato come pattumiera, dice bene la brava autrice l'uomo non capisce, é capace di distruggere anche i beni più preziosi... ottima lirica che bisognerebbe leggere ogni tanto ...»
Club Scriverecarla composto (17/03/2015) Modifica questo commento

«L'animo umano si ribella quando gli occhi sono costretti a vedere, un qualcosa di così meraviglioso com'è il mare, trasformato in una pattumiera...
E' uno scempio che per chi ha dentro l'anima ancora un po di sensibilità, diventa sofferenza!!
Molto bella e piaciuta!»
Club ScrivereMelina Licata (17/03/2015) Modifica questo commento

«una poesia di denuncia da condividere, bisogna correre ai ripari, bella poesia»
Citarei Loretta Margherita (18/03/2015) Modifica questo commento

«Purtroppo l'uomo incosciente deturpa e sporca l'immensa bellezza del mare, fonte di ricchezza. Sputa in effetti nel piatto in cui mangia, ci rattrista molto vedere la superficie del mare una pattumiera dove si gettano i rifiuti. Manca rispetto e senso civico per le risorse della natura. Una lirica ben stilata che mette in evidenza un tema sociale, il mare non è da sporcare ma da tenere sempre pulito.»
Agnese Iannone (19/03/2015) Modifica questo commento

«L'inquinamento ambientale, insieme ai sempre più insisti ed insistenti venti di guerra, è la vera emergenza dell'Umanità, quella che rischia di distruggere per sempre il nostro derelitto Pianeta. La stupidità umana non ha limiti e si spinge fino ai limiti dell'autodistruzione. Il mare della terra è la parte più romantica e bella, più viva e vitale, ma questo non basta ad arrestare le barbarie dell'Uomo che l'hanno trasformata in una maleodorante pattumiera. Si fermerà un giorno? Capirà l'Uomo che non può e non deve distruggere il Bel Giardino che Dio gli ha regalato? Speriamo, ma non son ottimista, anzi!!!»
Michelangelo La Rocca (19/03/2015) Modifica questo commento

«Siamo circondati dal mare, vive con noi e su di esso amiamo sognare, ispirarci in romantiche sensazioni, ma con quanto menefreghismo non esitiamo a buttargli nel cuore ogni genere di sporcizia, illusi che la sua vastità la possa fagocitare e distruggerla. Purteoppo non è così e sono ancora troppi coloro che lo insozzeranno ritenendo chi si preoccupa troppo pessimista. Brava l'autrice come sempre a dimostrare in poesia la sua vera indignazione verso questo ormai concreto disastro.»
rita iacobone (20/03/2015) Modifica questo commento

«La poetessa eleva il proprio grido di ribellione e di dolore, per la negligenza ed il menefreghismo, di coloro che inabissano nel mare i rifiuti di qualsiasi genere. Ancor peggio se l'inabissamento di rifiuti è una questione economica, come purtroppo si è verificato. Ricordiamo che è sempre la mano dell'uomo a distruggere, anche se in parte, la natura.»
Club ScrivereDonato Leo (22/03/2015) Modifica questo commento

«Una ribellione, una denuncia contro l'uomo che ha saputo insozzare una natura ricca di vita e di amore. Una preghiera anche che mette in bella vista la grande sensibilità della poetessa... nota a tutti noi. Che bella. Consiglio di leggerla.»
Luciano Capaldo (29/01/2017) Modifica questo commento

«Se non rispettiamo il mare, sarà una catacombe per il pianeta. occorrerebbe per tutti i mari del pianeta che ci fossero una sorta di guardiani (pagati) per evitare lo scempio giornaliero di questo interessante mare che è la nostra vita. Plaus.»
Club ScrivereUmberto De Vita (29/01/2017) Modifica questo commento

«Credo che oltre a distruggere il mare materialmente l uomo
distrugge il sentire che si ha del mare, l essenza, l ancestralita
che ci ha dato la vita.
Io mi sento parte con i miei pescatori i portatori di sale
di questo respiro infinito che e: il mare,
Bisogna conoscere il mare per poter capire quanto sia vita per noi.
Ti ringrazio per questo struggente mirabile testo atto a portare
Riflessione. Il mio elogio.»
Eolo (29/01/2017) Modifica questo commento

«Un'attenta e opportuna denuncia a carattere sociale sull'inquinamento del mare.
Inquinare il mare significa lentamente uccidere l'esistenza della terra, pertanto è come compiere un consapevole suicidio dell'umanità. COMPLIMENTI!»
Club ScrivereGiovanni Ghione (29/01/2017) Modifica questo commento

«Ogni giorno il nostro mare viene inquinato senza nessun scrupolo... povero mare che accoglie la vita... mare triste e brutalmente avvelenato e con le spiagge che vengono ricoperte di spazzatura... solo l'uomo poteva creare una distesa di sporcizia... nel nostro piccolo ogni intervento è ben accetto... versi strazianti che rendono bene l'idea di degrado e di abbandono in cui riversano quasi tutti i mari della terra... brava e sensibile l'autrice a ricordarci il rispetto che si deve portare all'azzurro mare... bei versi, chiari ed efficaci»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (01/02/2017) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2019 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it